Ottenuta dalla macinazione a pietra di Farro coltivato in Piemonte.
farina-di-farro

Farina di farro

Ottenuta dalla macinazione a pietra di Farro coltivato in Piemonte.

Ideale per:

Cottura:

Scegli la confezione:
Scegli la quantità:

4,00

Tutti i prezzo sono IVA inclusa

Sei un rivenditore?

Per richieste particolari, quantitativi elevati o campionature potete contattarci ai seguenti indirizzi.

Il Farro è un cereale vecchio di alcuni millenni, con questo nome si indicano tre specie di frumento "antico": Monococco o farro piccolo, Dicocco o farro medio e Spelta o farro grande. Alla base dell alimentazione quotidiana di molti popoli dalla Siria all'Europa a partire dall'antichità fino all'età moderna quando fu rimpiazzato da altri tipi di frumento maggiormente produttivi. Il farro si adatta a quelle zone marginali, dove i terreni risultano poco adatti alle moderne ed esigenti varietà di frumento tenero, grazie soprattutto alla rusticità, alle modeste esigenze in fatto di fertilità dei terreni, alla resistenza al freddo; si presta perciò per sua natura ad tipo di agricoltura sotenibile e biologica. Il farro presenta un maggior contenuto proteico rispetto ad altre tipologie di frumento. Si tratta di un cereale ricco di vitamine e di sali minerali, ma povero di grassi. Il farro integrale, inoltre, presenta un contenuto di fibre più elevato . Proprio come il comune grano tenero, contiene glutine. Non è dunque adatto a chi soffre di celiachia o di intolleranza . In cucina La farina di farro, nella versione da noi prodotta integrale o semintegrale, si presenta dunque come valida alternativa, o possibile complemento, alla farina di frumento.
Pizza di farro integrale (4 pizze da 200g)

Ingredienti per l'impasto della pizza

  • Farina di farro integrale - 340g
  • 170g pasta madre rinfrescata/ Mezzo cubetto di lievito di birra
  • 215g Acqua
  • Olio e.v.o. 2 cucchiai
  • Sale fino integrale di Sicilia 1 cucchiaino scarso
  • Malto d'orzo 2 cucchiaini oppure 2-3 cucchiaini di zucchero di canna

Per il condimento

  • 300g passata di pomodoro
  • 35g olio e.v.o. (metà sulla teglia e metà per condimento pizza)
  • Sale fino
  • Origano fresco o secco

Preparazione

Mettete la farina di farro, la pasta madre, l'acqua (tiepida; ideale a 30°C) in una terrina a bordi alti. Impastate energicamente per almeno 5 minuti, per raccogliere tutti gli ingredienti. Aggiungete il sale e impastate per altri 5 minuti, appoggiandovi sul piano di lavoro e muovendo le mani velocemente (in questo modo l'impasto non si attaccherà alle mani). Aggiungete infine l'olio (di nuovo nella terrina) e impastate per altri 5 minuti (riportandovi sul piano di lavoro appena l'olio sarà incorporato), fino a quando otterrete una palla di consistenza omogenea. Se è un po' appiccicosa, aggiungete ancora un po' di farina.

Infarinate il fondo di una bacinella larga e mettete a riposare l'impasto della pizza di farro facendo un taglio a croce sulla superficie. Coprite con un canovaccio pulito e mettete nel forno spento e chiuso, dove avrete messo anche un pentolino di acqua molto calda, per creare un ambiente umido e tiepido. Lasciate riposare per 2 ore l'impasto (la pasta dovrà raddoppiare di volume). Al termine della prima lievitazione prendete delicatamente la massa lievitata e dividetela in 4 panetti, che poggerete già su teglie oliate. Stendete i panetti delicatamente con le dita, versando un po' d'olio e.v.o. sulla superficie (meno di un cucchiaino per panetto) e spianando l'impasto dal centro verso l'esterno. Lasciate lievitare per altre 3 ore nel forno chiuso, con lo stesso sistema usato per la prima lievitazione. Alla fine della seconda lievitazione potete scegliere o di lasciare la pizza di farro bella gonfia e non toccarla più, oppure stenderla un po' con le dita . Versate quindi il pomodoro sulla pizza e stendetelo delicatamente con il dorso di un cucchiaio. Condite con origano, l'olio e il sale.

Accendete il forno a 200° C in modalità ventilata, se possibile impostando il calore dal basso Cuocete per 20 minuti la vostra pizza di farro. Se decidete di aggiungere della mozzarella, fatelo solo negli ultimi 3 minuti di cottura (la mozzarella deve essere a temperatura ambiente, ben sgocciolata e a piccoli pezzettini).


Tagliatelle di farro

Ingredienti

  • 200g farina di farro integrale macinata a pietra
  • 2 uova
  • 1 cucchiaio di olio di semi di girasole
  • Semola
  • Sale

Preparazione

Impastare gli ingredienti incorporando bene le uova, sbattute in precedenza insieme ad olio e sale, nella farina di farro continuare ad impastare per 15 miuti circa fino a formare una palla elastica , dovesse risultare asciutto bisogna aggiungere ub cucchiaio d'acqua. Lasciare a riposo per 30 minuti. Trascorso il trmpo di riposo stendere l'impasto con un mattarello o con una macchina per la pasta fino a formare un disco sottile che avvolgerete su sé stesso per poi tagliarlo con un coltello a rondelle di 1 cm ottenendo cosiì le vostre tagliatelle che andranno disposte su una spianatoia e cosparsa di semola. Lessate le tagliatelle in acqua salte e condite a piacere.

Le nostre farine

Scopri

Le nostre farine

Scopri i vari tipi di farina che produciamo...

Leggi tutto